martedì 3 novembre 2015

Assetto del blog: Primi Approcci- P.A.

Scriverò poche parole riguardo una scelta che ho fatto: i post relativi al periodo in cui ero una semi-wiccan o comunque ero orientata sul culto della dea e del dio NON verranno cancellati. Resterà tutto tale e quale perché questo blog è e rimane una sorta di diario di viaggio in cui annoto le mie conoscenze, le critiche ma soprattutto i miei progressi; e non esiste progresso senza errori passati o senza passato in generale (perché non tutto ciò che ho fatto lo considero un errore, anzi).
Quindi mi limiterò ad aggiungere nei post che considero fare parte di un percorso, dal quale adesso mi discosto, la dicitura Primi Approcci, abbreviata in P.A. Aggiungerò anche il tag relativo in modo che chi dovesse fare una ricerca si trovi davanti i post relativi a quel periodo.
Insomma solo normale amministrazione:)

domenica 25 ottobre 2015

La ruota dell'anno: un esempio di sincretismo religioso

Scrivere questo post non è semplice, per diverse ragioni. Una è l'impopolarità che avrà soprattutto tra coloro i quali si definiscono wiccan, una seconda ragione sta nel fatto che le informazioni che darò nel paragrafo "I prestiti da..." sono, bene o male, alla portata di tutti attraverso una ricerca su internet, e dunque il mio impegno è stato quello di cercare tra tutte le fonti quelle che reputavo essere le più attendibili (non essendo in possesso di libri mi scuso già da ora se doveste riscontrare inesattezze). La terza ragione sta nei dubbi che spero faccia venire a coloro i quali hanno usato questo "calendario" per festeggiare le ricorrenze pagane.



Le non-Fonti
La ruota dell'anno è il calendario nel quale trovano posto i cosiddetti 8 sabba, di cui 4 maggiori e 4 minori. Spesso, agli inizi del mio percorso, mi è capitato di chiedermi chi avesse inventato quelle feste, quale fosse la loro provenienza storica, chi le aveva messe insieme in quel calendario circolare e soprattutto secondo quale criterio avesse stabilito quali fossero i sabba maggiori e quelli minori. Ebbene, finalmente ho le risposte a quelle domande. Ovunque troverete questo calendario di certo non ne sarà citata la fonte, ovviamente perché non esiste. Al massimo si può arrivare ad un rimbalzo di siti in siti, di forum in forum e la causa sta nel fatto che non c'è nulla di storicamente certo e corretto nell'accozzaglia di feste della Ruota dell'Anno. Qualcuno un giorno, molto indeciso su cosa seguire, ha pensato impropriamente di mettere insieme feste che tra loro sono distanti proprio per la provenienza geografica e culturale. Quello che si è fatto perciò non è molto differente dal mettere insieme il Natale, la Al-Id Al-Kabir, la Pasqua, il Id Al-fitr e pure il Capodanno cinese. Che valore ha? Nessuno. Come nessun valore ha la Ruota dell'Anno dal punto di vista storico e religioso, perché "rispetta" diverse religioni ma nessuna in particolare allo stesso tempo. Quindi sebbene tutte le feste abbiano un'origine storica certa, perché provenienti da contesti religioso-culturali definiti, messe insieme perdono a mio parere di tutta la loro forza originaria.

La finzione del nome
Una delle cose che più mi infastidisce è l'aver preso queste feste ed averne mantenuto solo data (e non sempre), nome e usanze pratiche, adattandone il significato religioso antico a divinità a cui non erano dedicate. Se la ricorrenza appartiene al bacino culturale celtico per quale strana ragione si dovrebbe associare ad una divinità come la Grande Madre che i celti non veneravano? A questo punto mi chiedo dove sia andata a finire la coerenza. La critica che spesso viene fatta dai neo-pagani ai cristiani è quella di aver preso feste di origine pagana ed averle cambiate in loro favore, sottolineando così anche la debolezza del messaggio spirituale in se e la poca presa che questo nuovo indirizzo religioso stava avendo tra le masse. Mantenere le pratiche tradizionali, i momenti religiosi ed il loro significato simbolico per meglio far accettare un Dio, che in molti non avrebbero altrimenti riconosciuto, è senza ombra di dubbio un atto che sottolinea la povertà di spirito di chi quel Dio lo venerava. Una forzatura, un'ingiustizia che non facilmente si riesce a perdonare; come si potrebbe d'altronde perdonare a qualcuno il tentativo (riuscitissimo) di stravolgere un'intera cultura ed il suo patrimonio per i propri scopi?
Pardonnez-moi ma non si sta facendo per caso la stessa cosa? Prendiamo ad esempio Yule di cui si mantengono le erbe e piante di riferimento, la data in cui ricade (anche se più che una singola giornata consiste in un periodo lungo 12 giorni) per adattare tutto ciò al Dio Padre, consorte della Grande Madre, che in questo periodo nasce a segnare l'inizio della fine del rigido inverno in cui, sviluppando un parallelismo con il ciclo naturale delle sementi, restava celato sotto il ventre della Madre(-Terra) per completare la sua formazione.

Risultati
Mi pare evidente che in casi come questo della Ruota dell'Anno, il sincretismo religioso sia assolutamente deleterio sia nell'annullare l'identità propria e viva di feste e tradizioni appartenenti a culture passate e che alcuni provano ancora a far rivivere con rispetto e precisione "storica", sia nel far passare come giuste e buone nel loro intento pratiche che invece non hanno motivo di essere.
A parer mio è evidente che certi periodi dell'anno, se veramente si vive in simbiosi con la terra, sono particolarmente significativi, e questo lo conferma l'esistenza di feste che venivano celebrate in molti paesi del mondo nello stesso periodo dell'anno e con certe affinità simboliche, ma questo non è un buon motivo per prenderle e snaturarle dal loro contesto. Se quello che si vuole festeggiare è il risveglio del sole e dunque la data più adatta è quella del solstizio d'inverno perché non inventarsi un nome del tutto nuovo e celebrare come meglio si crede le proprie divinità lasciando intatte le tradizioni altrui? Perché usare il pretesto di un nome antico e di pratiche altrettanto antiche per dare una sorta di dignità maggiore o addirittura di legittimazione a quello che si sta facendo? Non mentiamo a noi stessi, questa Ruota dell'Anno è un inganno bello e buono che serve solo a coprire le profonde lacune che spesso contraddistinguono coloro i quali si avvicinano ad un contesto come quello della Wicca e, invece di fare ricerche e apprendere le radici delle antiche religioni, si adagiano sugli allori dell'ignoranza, usando cose come la Ruota dell'Anno, appunto, per indottrinare a loro volta chi si avvicina al paganesimo. E proprio coloro i quali si trovano all'inizio del percorso di ricerca, trovando riferimenti "antichi", si lasciano convincere che la scelta che stanno per fare abbia radici antiche e dunque abbia una sorta di purezza originaria innegabile; cosa che invece contestano al Cristianesimo. Insomma è il gatto che si morde la coda.

A questo punto ognuno dovrebbe davvero avere il coraggio di affrontare la realtà per quella che è. Non intendo dire a nessuno come vivere la propria spiritualità, ma semplicemente dare uno spunto di riflessione sugli strumenti che si utilizzano (come la ruota appunto), su cosa essi significhino, sul furto d'identità che compiono utilizzando elementi propri di altre religioni, e sulla coerenza che si dovrebbe avere nell'affrontare un tema come quello della propria religione. Perché invece di avere l'ansia di procedere subito con la pratica, l'allestimento dell'altare e tutto il resto, non dedicate qualche ora, settimana o anche mese alla scoperta di quelle che erano le religioni da cui provengono queste feste? Potreste scoprire affinità con una di queste, o capire che non sono adatte a voi e approdare ad altre, cambiare percorso, oppure decidere di continuare comunque quello già intrapreso (ma almeno con consapevolezza questa volta).
Insomma quello che viene richiesto è coerenza, la stessa che si pretende dagli altri.

I prestiti dalla tradizione Norrena
Yule, che rappresenta il momento della Nascita del Dio, altro non è che la trasposizione dello Yuletide, festa che alcuni fanno iniziare per il solstizio d'inverno e che altri spostano a gennaio, che dura per un totale di 12 notti. 
Dallo Yuletide provengono alcune delle tradizioni più comuni, come quella del'albero di Yule, il ceppo da far bruciare per tutta la notte. Durante questo periodo gli eteni rendono omaggio a tutti gli Aesir e i Vanir,mentre la notte prima del solstizio si celebra la Notte delle Madri, un momento dedicato agli antenati e a divinità come Frigg e Freya.
Ostara rappresenta il momento in cui la Dea Madre ed il Dio, ormai non più bambino, accrescono la forza della natura, risvegliandola dal torpore invernale, si celebra una forza presente ma nascosta, simboleggiata dalle uova in diverse tradizioni, come appunto avviene da sempre per l'Ostarablot. L'equinozio di primavera rappresenta sempre il rinnovamento, la crescita, motivo per cui si usava rappresentare una battaglia tra l'estate e l'inverno, dove quest'ultimo perdeva. La tradizione vuole che si dipingano le uova e che si dia la caccia a quelle nascoste dalla lepre, animale sacro che solo in questa occasione poteva essere ucciso e mangiato. Si accendono falò e si onorano tutti gli dei.

I prestiti dalla tradizione Celtica
Parte della popolazione celta, stanziatasi in Irlanda,condivideva con molte popolazioni nordiche la visione del tempo, inteso come ciclo naturale diviso in due parti o stagioni: inverno ed estate. La primavera e l'autunno venivano percepite come intermezzi. Le quattro festività più importanti, derivano proprio da questa concezione: infatti le feste cadono esattamente 45 giorni dopo gli equinozi e i solstizi. 
Samhain segna non solo l'inizio dell'anno, ma anche l'inizio dell'inverno; segue Imbolc che segna il punto massimo dell'inverno, ma anche l'inizio della sua fine. Beltane invece segna l'inizio dell'estate, di cui Lùgnasad è appunto la massima espressione, momento del raccolto.
Queste quattro feste vengono ovviamente adattate all'idea del ciclo naturale, della vita dei campi, attribuendo così all'aspetto ciclico della semina, nascita, raccolta e morte dei frutti della terra, quello della nascita del Dio, della sua crescita, dell'atto di fecondare la Dea, che da Vergine si trasforma in Madre e poi in Anziana, mentre accompagna colui che è stato figlio e sposo alla fine del suo ciclo di vita. Le tradizioni di quelli che per la ruota dell'anno sono i sabba, sono tutte prese dalla cultura celtica. Per maggiori informazioni riguardo le feste vi rimando a questo sito, che trovo essere davvero esauriente.
Ovviamente mi preme che arrivi il fatto che queste quattro feste erano legate a divinità proprie della cultura: Imbolc viene celebrata sotto gli auspici della dea Brígit, Beltane invece era il momento in cui i Galli celebravano il dio Belenos, mentre i Gaeli e le popolazioni sbarcate in Irlanda adoravano il dio Béil. La stessa festa veniva celebrata in Galles sotto il nome di Calan Mai, conosciuto poi come Calendimaggio. (Nei paesi anglo sassoni, ma così anche nei paesi del Nord Europa si festeggiava invece il May Day, e la Walpurga's Night). 
Al dio Lúg è invece, in modo evidente, legata la festa di Lúgnasad, mentre Samhain si usava fare dei sacrifici al dio Cromm Crúaich, e si celebrava nel mezzo della Feis Temra, cioè il passaggio dall'anno vecchio al nuovo. Ovviamente a questa festa erano legate anche le devozioni agli antenati e agli spiriti che più facilmente potevano mescolarsi nel mondo terreno. 
Mentre Mabon è proprio il nome di una divinità il cui aspetto era quello di eterno ragazzo, Litha sembra essere il nome di una dea sassone associata al grano (non sono riuscita ad avere notizie certe al riguardo).

martedì 13 ottobre 2015

Sono tornata!

Non so quanto possiate essere felici di questa notizia, però se mi seguite sarete presto inondati (o quasi) di notifiche di nuovi post:)
Questa mia assenza è stata più lunga del previsto e mi dispiace davvero molto, ma ne ho tratto davvero molto giovamento. Per essere breve ho affrontato all'inizio del'anno diverse perdite, alcune drammatiche, altre liberatorie. Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per ricostruire tutto della mia vita, me stessa, il mio corpo, la mia mente, il mio carattere e ultimo, ma non ultimo il mio sentimento religioso.
La storia di questo risveglio è tanto bella tanto personale quindi non la condividerò con voi, magari in futuro cambierò idea e ve ne parlerò; per il momento vi basta sapere che ho quasi del tutto abbandonato la visione per così dire wicca-andante che mi ha contraddistinto e che ha dato un'impronta generale dei post pubblicati qui sul blog. Non rinnego nulla del mio passato e anzi a proposito vi scriverò le mie considerazioni generali in un articolo a questo dedicato.

Non voglio dilungarmi ulteriormente quindi non mi resta che salutarvi tutti e alla prossima!


venerdì 1 maggio 2015

Felice Beltane a tutti:) -Primi Approcci


Presto ritornerò con un post dedicato alla Ruota dell'anno. Scusate la lunga assenza, ma non è stato un bel periodo. Inoltre per fare un post decente ci vuole molto studio per non scrivere cose sbagliate, quindi pazientate ancora un po :)

sabato 21 marzo 2015

Comunicazione

Vi comunico che per un po non sarò presente nel blog. Non so quando potrò tornare a scrivere, forse tra una settimana, un mese o due. Mi dispiace ma so che al momento non riesco a fare nulla di buono e valido,  ho anche una sorta di blocco spirituale. Quindi a presto.

lunedì 2 marzo 2015

Modern Witch League 5#: Alfabeto di strega: B come Bottiglia della Strega

La Bottiglia della Strega ha origini medioevali, benché il suo uso prettamente stregonesco risalga al diciottesimo secolo ed ha come epicentro la Gran Bretagna. Inizialmente la bottiglia della Strega altro non era che una palla di vetro verde o blu avvolta da una rete che i marinai utilizzavano coma galleggiante. Sappiamo che la stregoneria tradizionale fa ampio uso di tutto ciò che è "povero" e d'uso comune; quindi stessa sorte toccò a questi arnesi marinareschi. Le qualità che vennero amplificate nell'uso stregonico furono proprio la resistenza alle intemperie, il fatto di riuscire a respingere la forza del mare in tempesta e restare intatte. Inizialmente quindi vennero usate come amuleti atti a scacciare il male in generale, e nello specifico avevano il compito o di proteggere dal malocchio o dalle energie negative o dagli spiriti maligni.

Con il tempo queste sfere assunsero aspetti più ornamentali quindi la rete di corda che le avvolgeva divenne la decorazione più o meno intricata della bottiglia stessa. Questa decorazione poteva essere interna o esterna, ma era comunque presente. I luoghi in cui venivano poste queste sfere (perché non si tratta ancora di bottiglie) erano i luoghi di transito come finestre, porte o il focolare, luogo dove si passava molto tempo anticamente.




Poco a poco il loro uso si fece sempre più specifico, non abbandonando mai però anche quello iniziale di protezione. Queste sfere molto ricche avevano il compito di imprigionare gli spiriti che, attratti dalla bellezza delle sfere, si avvicinavano talmente tanto da restare rinchiusi dentro la rete della sfera. Dopo fecero la loro comparsa le Bellarmine, o Graybeard; bottiglie raffiguranti una o più facce di un uomo anziano con una barba lunga. Il nome di Bellarmine è quello di un inquisitore che molti credevano essere un demone; ed il loro scopo era opposto alle sfere, infatti questi volti dovevano spaventare i demoni proteggendo al contempo dal malocchio.

Con il tempo però l'uso che se ne fece fu sempre più vario; si passò quindi dalla semplice funzione di protezione personale o della casa, a delle Bellrmine con usi magici specifici. I ritrovamenti indicano la presenza costante di testimoni umani* maschili o femminili, chiodi, spilli, cocci di vetro o ceramica, pezzi di stoffa a forma di cuore, fili di lana rossi e sale. Queste cose vengono usate in genere per legature in amore, o per altri tipi di malocchio sempre legato a questioni di "cuore". Si capisce dunque che da amuleti queste bottiglie siano talvolta diventate dei talismani.

Uno dei tanti aspetti che queste bottiglie assunsero è quello delle gazing ball, sfere metalliche o di altri materiali capaci di riflettere la luce che venivano poste in giardino a protezione della casa; infatti i loro raggi riflessi avrebbero dovuto avere il compito di cacciare gli spiriti. Sono molto diffuse soprattutto negli U.S.A in cui si presentano sotto diversi aspetti, ricoperte di tasselli da mosaico, di monetine, oppure diventano dei "patchwork" di chincaglierie varie, rigorosamente luccicanti. Adesso hanno però quasi perso il loro uso amuletico e sono diventate elementi d'arredo da giardino essendosi trasformate in vere e proprie lampade elettriche, mantenendo solo una parvenza di quella che era la loro antica funzione di riflettere la luce.
Le witches' ball invece sono delle sfere di vetro che uniscono l'aspetto antico (vetro tondo) con l'uso più recente delle bottiglie della strega, e vengono quindi riempite a seconda dello scopo che avranno con erbe o cristalli.
In Europa invece di usare le sfere si utilizzano proprio le bottiglie, preferibilmente di vetro scuro. Non possiamo definire le moderne bottiglie delle Bellarmine proprio perché non sono di ceramica né hanno il volto dell'anziano con la barba lunga. La funzione di protezione rimane però la stessa.

Adesso però parliamo delle modalità di utilizzo. Anticamente abbiamo visto che le sfere di vetro venivano appese, vuote, a protezione della casa. Dopodiché si trasformarono in bottiglie che per funzionare venivano sepolte o comunque occultate.
In tempi recenti questa pratica è andata persa perché molte delle varianti che vi ho descritto sono fatte apposta per essere esposte, di fatti la loro estetica è molto curata. Quindi potremmo dedurre che non è più necessario seppellirle? In realtà no.
La bottiglia, se l'uso che ne facciamo è di protezione contro male e malocchio, dovremmo cercare di farla restare integra per più tempo possibile; quindi la migliore scelta è quella di seppellirla ad almeno 30 cm di profondità in un luogo dove pensiamo che difficilmente verrà trovata e distrutta. Questo ovviamente se programmiamo una bottiglia a funzionare da protezione strettamente personale fino a che non si rompa; perché possiamo anche scegliere di programmarla con scadenza annuale magari, e ricordarci di disseppellirla e di ricaricarla puntualmente. Insomma gli usi e le modalità che si possono scegliere sono davvero differenti, sta ala strega scegliere cosa, come e dove.
*i testimoni sono capelli, unghie, urina, sangue, insomma tutto quello che appartiene alla persona che riempie la bottiglia, o alla persona alla quale quella bottiglia è indirizzata in caso di fattura.
Come preparare una bottiglia per la Protezione
Le erbe che potete usare sono: Basilico, Camomilla, Cardo, Chiodi di garofano, Ginepro, Iperico, Lavanda, Malva, Mandragora (velenosa), Margherita, Pervinca, Potentilla, Ruta, Rosmarino, Edera, Trifoglio, Verbena, Viola mammola, Erica, Timo, Alloro, Anice verde, Artemisia, Finocchio, Salvia, Felce, Achillea, Cumino, Betulla, Sorbo, Frassino, Noce, Tiglio, Biancospino, Sandalo, Aconito (velenoso), Ortica, Angelica, Calendula, Abete, Riso, Vischio (velenoso), Agrifoglio (velenoso), Aglio, Cipresso (velenoso), Salice, Cicoria, Sambuco, Quercia, Pioppo.
La fase lunare propizia a mio parere è la Calante, proprio perché adatta ad allontanare e non ad attrarre; ma c'è chi non opera in questa fase lunare a prescindere.
Potete inserire un testimone anche voi, ma lo consiglio solo se siete certi che nessuno toccherà o troverò mai il contenuto della bottiglia; i testimoni sono la vostra proiezione, sono il vostro simbolo e possono essere pericolosi in cattive mani. Potete anche scrivere una formula, bruciarla e poi inserire la cenere nella bottiglia. Ricordate di affidare la protezione della bottiglia stessa ai quattro guardiani e agli dei.

mercoledì 25 febbraio 2015

Magic with Love : Altare sospeso per il Totem!


Salve gente! Oggi vi propongo il primo (di una lunga serie) Magic with Love! Ne sono molto felice:3
Quello che ho costruito io è un altare sospeso per il mio animale totem, visto che uno fisso non posso averlo.

Cosa serve per realizzarlo:
✿Il contenitore vuoto di una tealight
✿Il vasetto vuoto di un omogeneizzato (o anche di altro, basta che sia piccolo)
✿Fili colorati e resistenti
✿Il simbolo del vostro animale totem
✿Un pezzo di corteccia o di legno che faccia da base
✿Forbici, un chiodo e tanta voglia di fare:3





martedì 24 febbraio 2015

24/02/2015 Giornata Pagana Europea della Memoria


Devo dire che è stata quasi una illuminazione. 
Da un po di tempo a questa parte è come se mi fossi bloccata, non riesco a procedere oltre con i miei studi, nulla mi esalta o mi stupisce, forse perché sono anni che studio la parte torica. Casa mia è un carcere dal punto di vista religioso, non posso accendere incensi, non posso fare nulla di sospetto.
Avevo bisogno di qualcosa, di fare miei nuovi insegnamenti. Ultimamente mi sono saltati agli occhi un po di post e ricerche relative agli Antenati, ed oggi ho avuto quella che prima chiamavo illuminazione. Io credo che quando si accetta come propria questa via, come condizione naturale si accetta che il caso in qualche modo non esista più: ci sarà sempre una rete di collegamenti, riferimenti che ci si pareranno davanti e non casualmente, ma perché quelle sono risposte di non so bene chi ai nostri dubbi. E così sono convinta che sia accaduto a me: non è un caso che tutto fosse relativo agli antenati, che volessi una guida, che non sapevo come procedere. 
Ho deciso dunque di provare questa strada, di rivolgermi alle mie sorelle del passato, a quelle donne che già hanno percorso questo cammino e che sapranno guidarmi in questo sentiero per me impervio.

Modern Witch League 5#: Alfabeto di strega: A come Arcani


I tarocchi sono uno dei metodi divinatori più conosciuti, ma spesso non si conosce la loro struttura interna. Questi si dividono in Arcani maggiori ed Arcani minori. Gli Arcani Maggiori sono 21, più la figura del Matto, che è senza numero, ma a cui viene associato lo zero. Gli Arcani minori invece sono 56 e si dividono in 4 semi diversi, ognuno dei quali ha delle corrispondenze ben precise:
il seme dei bastoni ha come elemento il fuoco, come direzione il sud e come stagione l'estate;
il seme delle coppe ha come elemento l'acqua, come direzione l'ovest e come stagione l'autunno;
il seme delle spade invece ha come elemento l'aria, come direzione l'est e come stagione la primavera; il seme dei denari/pentacoli ha come elemento la terra, come direzione il nord e come stagione l'inverno.
Oltre a queste differenze tra i semi, questi a loro volta sono composti da dieci carte che vanno dall'Asso al 10, e poi trovano posto le cosiddette Carte di Corte formate dalle figure del Fante, del Cavaliere, della Reggina e del Re. Le carte dall'Asso al 10 simboleggiano situazioni ed eventi, mentre le Carte di Corte indicano persone e queste persone possiamo essere noi stessi, o gente implicata nella lettura, o darci indicazione su un aspetto caratteriale e psicologico importante per risolvere il dato problema. In genere il Fante indica un messaggio, un nuovo inizio oppure persone giovani, il Cavaliere indica decisioni, equilibrio  spostamenti, la Reggina indica la creatività, la fertilità e l'aspetto femminile, mentre il Re indica l'aspetto maschile, l'autorità e la stabilità.
In genere si può assegnare un certo range di argomenti ad ogni seme degli Arcani minori: le coppe si riferiscono alle relazioni anche familiari, non solo d'amore, i bastoni alle idee che vorremmo si realizzassero nella realtà, le spade invece riflettono le decisioni nette, crude e reali che dobbiamo prendere in merito alle situazioni, i pentacoli/denari si riferiscono al lavoro e carriera e ciò che concerne il mondo materiale.
Gli Arcani maggiori invece si riferiscono al nostro percorso in quanto persone dotate di un carattere, di un passato, di un presente ed un futuro; e non limitatamente al problema che si pone davanti in un certo momento. Gli Arcani maggiori sono figure archetipiche ognuna delle quali può fornirci un grande insegnamento; facendo un'estrazione dei soli Arcani Maggiori settimanalmente infatti potremmo avere non solo una risposta a come procedere, ma imparare qualcosa di nuovo per arricchire noi stessi.
I significati degli Arcani Maggiori sono:
Il Matto: Un nuovo inizio
Il Mago: L'azione
La Papessa: La consapevolezza
L'Imperatrice: L'abbondanza
L'Imperatore: L'autorità
Lo Ierofante: La cultura
Gli Amanti: Le relazioni
Il Carro: La vittoria
La Forza: La pazienza
L'Eremita: L'introspezione
La Ruota della Fortuna: Il destino
La Giustizia: Le decisioni
L'Appeso: Il sacrificio
La Morte: La transizione
La Temperanza: L'equilibrio
Il Diavolo: Le cose materiali
La Torre: Un avvenimento inatteso e brusco
La Stella: La speranza
La Luna: Le insidie, gli inganni
Il Sole: La vita
Il Giudizio: La rinascita
Il Mondo: Il compimento, la realizzazione

Nelle letture generalmente non solo le carte che si sono estratte hanno importanza, ma anche la cosiddetta "Shadow Card" o Carta fantasma, che è l'ultima del mazzo: questa carta allude in genere agli aspetti nascosti che stanno influenzando l'intera situazione oppure simboleggia una paura di chi ha chiesto la lettura delle carte.

domenica 22 febbraio 2015

Dizionario Esoterico: Spiriti Guida VS Famiglio


Ed ecco un'altra differenza che spesso trae in inganno, quella tra Spiriti Guida e Famigli. Il problema è l'uso che si fa di questa parola "spirito guida": quasi nessuno infatti sa che questa nozione generale ha diverse sottocategorie. È un po come il Cristianesimo che poi si divide in Chiesa Cattolica, Chiese Protestanti, che a loro volta si dividono in Valdese, Anglicana etc etc.Comunque adesso vi propongo una spiegazione davvero semplice e spero chiara delle differenze tra i due.

Spirito Guida

Spirito Guida: Lo spirito guida viene chiamato con molti nomi, e nessuno di questi è sbagliato. Questa abbondanza la si deve semplicemente al fatto che esistono diversi tipi di spiriti che appunto ci guidano lungo il cammino della nostra vita. In base alla forma che questi spiriti assumono e alla loro funzione, abbiamo diversi tipi di spiriti. Eccoli di seguito:

Animale Totem - Animale Guida: Questa figura è presente in molte tradizioni, ed ognuna di queste ha dato un nome diverso. Quindi se pratichiamo ad esempio certi tipi di sciamanesimo legati alle tradizione dei Nativi Americani ci troveremo ad usare l'espressione di Animale Totem o di Medicina, se invece seguiamo una tradizione "europea" useremo più spesso l'espressione Animale Guida. 
La natura di queste espressioni diverse rimane comunque uguale: si tratta di figure animali, dal lupo alla cicala, che ci affiancano non per forza durante tutta la vita, guidandoci, aiutandoci, facendoci da maestri per migliorarci. Non è detto che tutti riescano a capire quale sia il loro Spirito guida, non è detto che sia sempre lo stesso, non è detto nemmeno che ce ne sia solo uno.
Cosa si dovrebbe fare quando ci si presenta, o abbiamo l'impressione che ci si sia presentato anche in modo fuggevole un animale guida? Attirare la loro attenzione. Fare capire che sono bene accetti e che siamo davvero pronti a lavorare con loro: cercate di fare delle visualizzazioni, lasciate delle piccole offerte, disegnate la figura dell'animale, spargete per la stanza immagini di esso, accendete un incenso che pensate possa essere appropriato, studiate il loro significato. Basta solo non demordere mai.

Spirito Ancestrale: Avete mai sentito parlare di una zia a cui è morto il marito e che sostiene fermamente di parlarci ogni giorno, di vederlo e sentirlo? Forse non è semplicemente pazza, ma magari sta solo interagendo con lo spirito ancestrale del Marito. Quando una persona a noi cara, e non solo di questa vita ma anche di passate, ha qualcosa da insegnarci, o comunque ha il compito di proteggerci o starci vicino, può farlo liberamente, ma non è detto che la nostra sensibilità sia così spiccata da potercelo fare capire. A volte sono altri a dirci "Sai, vedo accanto a te la figura di qualcuno, è benevola però". 
Per comunicare con gli spiriti dei "defunti", in particolare quelli che ci stanno vicino, e quindi non gli Antenati in generale, bisogna ricorrere alla divinazione. Io sconsiglio la Ouija, non la sopporto per il modo in cui viene usata, e perché secondo me è uno strumento fuori controllo, o meglio, non controllabile. Mi affiderei magari al pendolo, ad una visualizzazione, o magari ad una lettura dei tarocchi.  

Spirito Archetipico: Lo spirito archetipico secondo il mio personale punto di vista è più facilmente rintracciabile durante una meditazione, una visualizzazione o un sogno. Si tratta di figure simboliche che ci appaiono proprio perché in un determinato momento della vita abbiamo bisogno di quel "valore" portato dalla figura stessa. Se stiamo vivendo un periodo di debolezza, di sbandamento, potremmo, meditando, trovare la figura di una donna saggia, di un guerriero, di qualcosa insomma che per noi simboleggia il valore della fermezza e della forza. 
I tarocchi anche qui sono uno strumento formidabile. Attraverso una meditazione e poi l'estrazione di una carta dal mazzo possiamo avere la risposta alla carenza che abbiamo in un dato periodo. Dopodiché il lavoro che dovremmo fare sarà su quella figura, o meglio su quello spirito che se saremo bravi riusciremo a contattare in qualche modo (sogno, intuizione momentanea, immagine ricorrente). Non è escluso che a "comparire" sia una figura divina, magari portatrice di quel dato valore.

Famiglio

Il famiglio è invece una figura (quasi) prettamente reale. Ricordate il gatto nero, il gufo, la rana, il topino o anche la cornacchia che si immaginano sempre vicini alla strega nella sua grotta buia e piena di ragnatele, mentre la aiutano nei suoi sortilegi? Ecco quello è il famiglio. O meglio non solo quelli sono famigli, perché famiglio può esserlo qualsiasi animale che dimostra alcune caratteristiche ideali, le quali sono ovviamente correlate con la pratica della strega. Se ad esempio avete un criceto (e basta con questi gatti una volta tanto!) che viene al vostro fianco ogni volta che aprite il cerchio, che magari prova a farvi capire che le vostre pietre andrebbero caricate appollaiandocisi sopra, o magari ronza intorno alla scopa di saggina per farvi capire che è ora di pulire e purificare un po lo spazio sacro; ecco quello è un famiglio. Certo ci sono diversi livelli di interazione, e ciò può significare che il vostro cane può anche fare da guardia a voi mentre aprite il cerchio e praticate, o magari vi sta vicino se state male per via di un lavoro che vi ha risucchiato molte energie, o magari vi indica in modi particolari cose che servono alla vostra crescita (come credo abbia fatto la mia Brandy indicandomi di iniziare la divinazione con la candela e l'acqua). 
Certo non tutti gli animali, per quanto sensibili, sono famigli. Come in tutte le cose dunque ci vuole buon senso e sincerità: se il vostro pappagallino inizia a fare il matto e vorrebbe volare via se voi praticate in sua presenza allora magari non vuole avere nulla a che fare con quel tipo di energie; non prendetevela, continuate ad amarlo per quello che è: un essere speciale che adorate incondizionatamente a prescindere dalle sue capacità, come d'altronde fa lui con voi:)
Spero che le differenze siano chiare adesso, anche perché queste piccole schede del dizionario esoterico sono appunto linee guida, e non delle spiegazioni dettagliate che potete tra l'altro trovare facendo una banale ricerca su internet. Il mio intento con questa rubrica è proprio quello di fare chiarezza sulle differenze per aiutarvi a non fare pasticci, perché soprattutto per chi è all'inizio della pratica ci sono un sacco di cose e nomi nuovi da imparare e a fare confusione ci si sta un attimo. A volte il malinteso nasce dal fatto che prima si fa una ricerca sull'animale totem, poi sul famiglio e alla fine, quando magari non ci si trova davanti al pc, ci si chiede " aspetta, ma allora che differenza c'è?" , il non avere sott'occhio le definizioni in una stessa pagina può confondere:)
Comunque spero che apprezziate il mio impegno e che il lavoro che faccio, anche se non è dei migliori al mondo, possa esservi utile, in fondo anche per questo ho aperto questo blog:)

sabato 21 febbraio 2015

Dizionario Esoterico: Purificare, Caricare, Consacrare, Benedire


Adesso facciamo un po di chiarezza su questi termini fondamentali che ogni "pagano" si troverà ad usare nella sua pratica. Spesso ho notato però che molti novizi fanno molta confusione e usano questi termini quasi come sinonimi, quindi ecco qui le differenze:

Purificare: Significa rendere puro qualcosa, o anche qualcuno, da tutte le impurità fisiche e non. Prendiamo ad esempio un mortaio che abbiamo comprato ad un mercatino dell'usato, se volessimo usarlo per scopi rituali, per preparare incensi e quant'altro, sarebbe opportuno purificarlo. Perché? Bhe per il semplice fatto che non sappiamo la sua provenienza, per quale scopo veniva usato, chi lo usava, con quali intenzioni. Attraverso la purificazione quell'oggetto è come se mantenesse solo la sua forma fisica precedente, ma la sua "natura" è nuova, intonsa, pronta quindi per far parte della nostra pratica (seguendo sempre l'esempio del mortaio). Ci sono diversi modi per purificare, ma ve ne parlerò in seguito.

Caricare: Questa è una pratica che sicuramente avrete sentito in relazione all'uso dei cristalli, ma non solo questi possono essere caricati. Caricare si riferisce all'atto di infondere in modi diversi energia nuova in un dato oggetto.
Spesso si fa confusione con la purificazione perché i metodi sono molto simili: ad esempio si può purificare con la terra e allo stesso modo si può caricare con la terra.
Ma "caricare" è un secondo passo, successivo alla purificazione, e che si può reiterare nel tempo. Se io ho un pendolino (che come sappiamo può essere sia di pietra, che di legno che di metallo) e avverto la sua "stanchezza", vedo che non è reattivo come al solito, posso caricarlo per farlo tornare al suo equilibrio ottimale. Il caso del pendolo, che appunto può essere di vari materiali, è dimostrativo della possibilità di poter caricare tutto, non solo i cristalli (cosa che ad alcuni ho visto sostenere ad oltranza -.-).

Consacrare: La consacrazione è quell'operazione attraverso la quale si rende sacro qualcosa e si destina agli dei e al loro culto. Vi faccio subito un esempio pratico: molti di voi sapranno che la scopa di saggina nella pratica moderna viene utilizzata per pulire non solo lo spazio sacro, ma anche tutto l'ambiente i cui si opera (che sia una stanzetta, la casa intera o altro). La scopa in questione ad esempio va purificata, va caricata dopo un certo tempo che la si usa, ma (a mio parere) non è necessario che la si consacri. Per una consacrazione è necessario che qualcosa subisca un passaggio da profano a sacro, per poi essere posto ad uso degli dei e delle loro "cose". Vuol dire che il calice, l'athame, la bacchetta etc andranno consacrati perché il loro uso è esclusivamente rituale. Un Erbario ad esempio non è necessario che sia consacrato perché, come nel mio caso, l'uso che se ne fa non è esclusivamente rituale, in quanto possiamo usarlo anche per tenere nota di erbe medicinali per piccoli malanni.

Benedire: Anche intuitivamente si arriva al significato "dire bene". Si tratta della formulazione di una richiesta di protezione e di "scopo" da parte degli dei su un dato oggetto o su una persona. In cosa differisce dalla consacrazione allora la benedizione? Proprio nella destinazione finale delle cose che si consacrano o benedicono. Un oggetto consacrato si usa solo per scopi rituali, o comunque religiosi; l'erbario di cui parlavamo prima ad esempio sarebbe bello benedirlo, cioè metterlo sotto la protezione degli dei, ma non destinandolo necessariamente ad uso religioso :) Questo vale per tutti quegli oggetti che ad esempio teniamo in camera, come può essere un sacchettino protettivo da mettere sopra la porta; alcuni hanno l'abitudine di bruciarne il contenuto e riutilizzare il sacchetto di stoffa, quindi credo che non sia opportuno consacrare qualcosa che poi sappiamo che andrà distrutto, anche se in parte.
Spero che tutto sia più chiaro anche grazie agli esempi pratici, se avete domande sapete dove cercarmi:) Non so quando uscirà il prossimo post, magari pure fra mezz'ora XD No davvero non lo so:) Comunque spero presto!

venerdì 20 febbraio 2015

Facciamo un po il punto - Primi Approcci

Allora bella gente, ho fatto un po il bilancio della situazione, ed ho visto che in cantiere ho davvero un sacco di cose:
Schede sulle fasi lunari
Magic with Love
Video su Youtube
Schede sui Sabba (Non verranno più fatte)
Schede sugli Esbat (Non verranno più fatte)
Dizionario esoterico (ricordate quei post dove chiarivo le differenze su alcuni termini spesso confusi?)

Insomma tante cose che ho iniziato, che avevo anticipato, o anche solo progettato ma che non ho portato a termine. Allora posso dirvi definitivamente che per quanto riguarda i video, e di conseguenza anche i Magic with Love, preferisco attendere un trasferimento (che spero arrivi il prima possibile). Ora per quanto riguarda il dizionario esoterico ve li riproporrò quando mi verranno in mente altre accoppiate, mentre per le schede sulla Luna....mi sa che passo il testimone. Il mio sogno/intento era ed è quello di poter ampliare di molto gli studi sulle influenze della luna, ma non ne ho i mezzi al momento. Per onestà dunque, dovendo io parlarvi della Luna in base ai materiali che ho sul mio Grimorio, ed essendo questi tratti quasi esclusivamente da un sito che trovo stupendo, preferisco indirizzarvi direttamente al suddetto sito che si chiama Il Cerchio della Luna. Quando i miei studi saranno ad un livello migliore e più ricco allora certamente riaprirò il discorso, ma per il momento non mi sembra giusto fare uno, due o tre post praticamente copiando il lavoro di gente che sa meglio di me di ciò che parla.
Quindi rimangono le schede sui Sabba, quelle sugli Esbat e il Magic with Love. Le prime due iniziative verranno col tempo, nel senso che il mio lavoro di "accumulo" di informazioni relative ai sabba e agli esbat non mi sembra sufficientemente abbondante per poi fare un sunto esaustivo, quindi work in progress.
Ultima postilla: i Magic with Love non saranno solo sotto forma di video, ma anche di tutorial per immagini, che quindi non avranno bisogno di essere messi in lista d'attesa per il canale youtube.
Detto questo vi mando un bel bacio perugina, e uno degli abbracci di Banderas (ma cosa avete capito, io parlo dei biscotti! e no, non di quello "hhinzzzuppossssso" ehehehe) :)

martedì 17 febbraio 2015

Modern Witch League: Pantheon Tag 3° PARTE (Primi Approcci)

31)Ade: Hai una cattiva reputazione o l'hai avuta?
32)Ecate: Avete mai cercato di comunicare con i morti?
33)Hermes: Mezzi di comunicazione con gli altri regni?
34)Poseidon: Gestione delle emozioni nell'ambito delle esperienze spirituali? (paura/frustrazione/ fallimento/gioia ecc...)
35)Zeus: Sei una persona sicura?
36)Giove: cosa pensano gli altri di te? fai paura o sei una persona abbastanza "accessibile"?
37)Plutone: Esperienze extracorporee ( trance/meditazione/ sogni/ sogni lucidi/astrale)
38)Apollo & Diana: Preferisci praticare durante il giorno o di notte?
39)Marte: Vi siete mai vendicati usando la magia?
40)Minerva: Dai generalmente buoni consigli?
41)Proserpina: Vi siete mai sentiti in trappola o vittime di qualcuno? (malocchio/attacchi psichici ecc)
42)Pluto: Lavoro preferito
43)Venere: La delusione più grande
44)Vesta: Ti piace praticare in casa o esci appena puoi?
45)Morpheus: Rapporto con il mondo dei sogni.
31)A livello pagano non direi proprio XD A livello personale ero molto snobbata a causa della mia salute molto cagionevole.

32)Ho sempre sperato di poter sognare mia nonna e di ricevere qualche messaggio da lei. Spesso le parlo mentalmente, anzi le parlavo, perché ormai tutto si riduce ad un tentativo fallimentare di trattenere le lacrime.

33)La visualizzazione, sotto forma di intuizione.

34)A volte percepisco un grande senso di libertà, altre volte di totale paura e inadeguatezza. Cerco di gestire le emozioni comportandomi dignitosamente nei confronti delle entità alle quali mi rivolgo.

35)Quando la mia vera essenza risale in superficie sono la persona più sicura dell'universo, il che non vuol dire avere una spavalderia insensata o un atteggiamento sopraffattore o irrispettoso. Sto lavorando perché questo mio essere forte e sicura sia la norma e non l'eccezione.

36)Dal punto di vista pagano mi hanno detto in molti che sono disponibile, quasi materna, che per me è una lusinga.

37)Quella descritta nella domanda 9 si può definire un'esperienza extracorporea?! Se no, allora..nada, niente esperienze extracorporee o simili. Credo comunque che queste cose siano obbiettivi davvero molto difficili da raggiungere o vivere, quindi sono molto scettica rispetto a tutte quelle persone che dicono di aver fatto questo o quello come se stessero parlando di lavar calzini.

38) Preferisco praticare dal tramonto fino all'alba, per il semplice fatto che vivendo in una città è quello il momento di maggiore tranquillità.

39)No mai fatto e mai lo farò. Sarà la vita a vendicarsi per me, il duro lavoro e l'essere felice.

40)Cerco sempre di fare il meglio che posso, sia praticamente che non. Quindi si, cerco sempre di consigliare per il meglio anche chi mi sta un po sulle scatole.

41)Si, mi sento in trappola, ma per causa mia, e questo riguarda la sfera fisica, che poi ha forti ripercussioni anche psicologicamente e quindi compromette tutto il mio operato.

42)Il ricercare le cose necessarie per l'altare, per il fai da te pagano, per i sacchetti, insomma la ricerca.

43)Il non sentire il cerchio aperto, non sentire la presenza dei guardiani e degli Dei.

44)Odio praticare in casa perché è praticamente impossibile. Il mio ideale è il Real Bosco di Ficuzza, un luogo unico, ma per il momento resta solo un bel sogno.

45)Sogno spesso ciò che decido di sognare, raramente ho incubi, e ho anche sviluppato un modo per scappare dai sogni che non mi piacciono; cerco nel sogno una sedia e mi lascio cadere all'indietro dalla sedia e bum! sono sveglia! Da piccola in momenti in cui avevo la febbre molto alta (39-40) facevo sempre un tipo di sogno, sempre lo stesso, che non sono mai riuscita a descrivere, eppure sono stati gli incubi peggiori della mia vita.
E con questo si conclude il Pantheon tag:) spero di avervi tenuto compagnia e di essermi fatta conoscere un po meglio:)

Modern Witch League: Pantheon Tag 2° PARTE (Primi Approcci)

16)Rhiannon: Sei mai stato tradito da una consorella o confratello, gruppo o congrega?
17)Bragi: Che tipo di musica ascolti durante i rituali?
18)Freya: La cosa più bella che hai fatto o provato
19)Freyr: Hai dei figli d'arte? (insegni sei a capo di un gruppo ecc..)
20)Hœnir: Sei una persona silenziosa o loquace nei confronti di altri pagani?
21)Iounn: Da quanti anni pratichi?
22)Loki: Qual è l'incantesimo migliore che hai fatto su/per qualcuno?
23)Odin: Qual' è la tua famiglia? (pantheon/ tradizione/ congrega/)
24)Thor: Ti consideri abbastanza potente?
25)Albero: Come sei arrivato qui? Come pensi di procedere?
26)Afrodite: Cosa pensi di te stesso come pagano/strega/praticante?
27)Ares: Sei una persona che si arrabbia facilmente e usi la magia a seguito di questo?
28)Athena: In quale "arte" ti consideri migliore?( divinazione/meditazione/lavoro con lo spirito ecc..)
29)Apollo: Suoni qualche strumento?
30)Dioniso: Libagioni preferite come offerta e banchetto?
16)Non ho mai avuto consorelle, confratelli, o fatto parte di congreghe.

17)Questa è una bella domanda. In effetti io vorrei ascoltare musica "paganeggiante" o comunque a tema, ma per la mia fissa di essere più naturale possibile e quindi di evitare la tecnologia durante i momenti spirituali allora evito sempre, anche se una prova prima o poi la farò. In Natura credo sia superfluo usare musica nel senso di compilation scaricata che suona grazie al "play". Vorrei tanto una campanella di cristallo, e voglio anche costruite un Sistro:) Per il momento ho fatto un bastoncino con le campanelle per Yule, che uso per "richiamare l'attenzione" degli dei, in particolare per il Dio.

18)Ancora non ho fatto molto, comunque mi ritengo felice per aver avuto il coraggio di celebrare un sabba senza nemmeno averci pensato, ma seguendo solo l'istinto.

19)Non ho figli d'arte, condivido solo ciò che imparo, e non in modo regolare o a scopi d'erudizione, con un mio amico. Poi gestisco questo blog, quindi divulgo un messaggio, ma non so bene a chi XD

20)Sono silenziosa con gli altri pagani nella realtà; mi spiego meglio. Non cerco altri pagani nella mia zona o regione, perché non ho fiducia nella serietà degli altri. Quindi mi limito al contatto pagano virtuale.

21)Se devo contare da quanto tempo pratico seriamente devo dire un solo anno, se invece devo contare gli anni in cui ho iniziato lo studio anche critico del paganesimo allora sono 6 anni, quasi 7.

22)Cerco in tutti i modi di non influenzare il corso degli eventi con incantesimi, infatti non ne ho fatti fino ad ora. Ho praticato una purificazione alquanto ardua di corna animali di provenienza dubbia con risultati molto molto buoni, e questo per me è già una superconquista XD

23)Non seguo un pantheon, non mi rivedo in alcuna tradizione nello specifico, di certo però sono estremamente lontana da tradizioni come woo-doo, santeria, sciamanesimo in generale. Sono più orientata verso le culture nordiche europee. Detto ciò specifico che onoro il Dio e la Dea nei loro diversi aspetti.

24)Mi considero molto potente "in potenza". Significa che al momento per il luogo, le non possibilità, i mille impedimenti so di non poter esprimere nemmeno al 10% le mie potenzialità, mentre so che in ambienti diversi, con atmosfere diverse sarei in grado di riuscire meglio in tutto.

25)Sono arrivata a conoscere il paganesimo grazie ad un sito che ormai non esiste più, che si chiamava Luce di Strega, molto carino e ben fatto. Fino ad ora ho cercato e sto continuando a cercare di rafforzare le basi proprio. Penso di procedere impegnandomi di più con la meditazione e con i lavori diretti con gli elementi. Anche la divinazione è una cosa che spero presto di affrontare, sopratutto con i tarocchi, le rune delle streghe e la piromanzia.

26)Penso di essere molto rispettosa, molto lenta ed eccessivamente timorosa. Credo di essere molto più sensibile della maggior parte della gente comune quindi lavorando su questo aspetto potrei ottenere buoni risultati, ma la paura e il pensiero di non essere mai abbastanza pronta mi bloccano. Di certo non sono una pagana per moda, non sono una che fa melting pot di mille tradizioni, pantheon o pratiche diverse, anzi, faccio sempre un lavoro di scrematura (ad esempio non uso le rune legate ad Odino perché non entrando nella mia sfera religiosa mi sembrerebbe una gravissima mancanza di rispetto verso questa divinità e verso chi la onora con onestà). Non sono nemmeno una pagana figlia di idee new age, anzi sono troppo severa con me stessa. Non sono una pagana che fa uso di droghe o alcolici, ne come mezzi per raggiungere altri livelli né come "svaghi" del sabato e della domenica. Sono una pagana invece che ha come unico comandamento la coerenza più radicale possibile.

27)Per arrabbiarmi ci vuole davvero molto. E forse questo è un difetto, perché porta la gente a sottovalutare i miei sentimenti e a non capire che se non reagisco bruscamente non è perché non penso di avere ragione, ma solo per il troppo amore che nutro verso chi mi sta vicino. Non userei mai la magia per scopi tanto cattivi.

28)Sono brava con le intuizioni, oppure nel visualizzare cose che non posso conoscere. Quindi volendo potrei dire con la divinazione, ma fino a ora non mi sono mai cimentata seriamente con nessuna pratica divinatoria.

29)Sfortunatamente no.

30)Trovo che come offerte siano giuste le primizie stagionali, e come libagioni cose semplici fatte da noi.
Fine seconda parte:) Presto posterò la terza nonché ultima sfilza di domande:)

Modern Witch League: Pantheon Tag 1° PARTE (Primi Approcci)

1)Anubis: Come ti senti riguardo la morte ?
2)Atum: Quali sono le tue più grandi imperfezioni?
3)Bastet: Hai un famiglio?
4)Hathor: Cosa ti porta gioia?
5)Horus: Qual è una cosa che hai avuto dopo aver "combattuto"?
6)Osiris: Credi nel mondo sotterraneo?
7)Ra: Senti di avere grandi responsabilità o prestare importanza per una determinata cosa?
8)Thoth: Quanto scrivi e Quanto leggi.
9)Arawn: Qual è la cosa/esperienza più terrificante che hai fatto/avuto?
10)Bran: Fonte di maggiore soddisfazione personale.
11)Brighid: Parlaci del tuo rapporto con il dio.
12)Cernunnos: Qual è il tuo animale preferito/totem/ animale con cui lavori?
13)Danu: Qual è il rapporto con la dea?
14)Morrigan: Cosa pensi che succeda quando moriamo?
15)Olwen: Qual è il tuo fiore preferito?
1)Da quando ho iniziato il mio cammino pagano sicuramente vivo la morte molto meglio di come non avvenisse quando ancora in me erano radicate le credenze cristiane, in particolare cattoliche. Aver capito che tutto segue un movimento ciclico, e che quindi dopo questa vita ce ne sarà un'altra, in altre forme, in altri luoghi tempi e dimensioni, mi rende molto più serena. Questo non toglie però che ho vissuto momenti tragici legati alla morte di persone a me care. Quei momenti mi turbano ancora, molto vividamente, e siccome non posso scappare al mio essere sensibile non posso che convivere con questa duplice certezza: quella del dolore e quella della serenità.

2)La mia più grande imperfezione è la paura di fare, agire, soprattutto per quanto riguarda la pratica. Aspetto sempre molto prima di fare qualunque cosa, cerco di aspettare la fase lunare giusta. Ho troppo rispetto per le divinità e gli altri "spiriti" e paura delle conseguenze di scelte avventate per buttarmi in modo incosciente e fare anche solo un sacchetino portafortuna.

3) Credo di si, nel senso che ho notato certi comportamenti molto positivi in questo senso da parte della mia pitbullina Brandy, ma credo di non essere ancora in grado di stabilirlo pienamente.

4)Mi porta gioia il pensiero di poter crescere e migliorare e imparare un sacco di cose nuove ogni giorno. Mi porta gioia sapere che un giorno sarò in grado di agire saggiamente padroneggiando le conoscenze che mi servono per onorare al meglio gli dei e per conoscere al meglio anche il mio mondo interiore.

5)Ho avuto la libertà di scegliere. Dopo una lunga lotta con me stessa e la religione cattolica ho avuto la libertà dai sensi di colpa, dai ripensamenti, dalla paura, e ho avuto anche la possibilità di sentire l'energia degli Dei. E a quel punto ho saputo di aver fatto la cosa giusta.

6)Se per sotterraneo ci riferiamo al mondo di sotto, cioè quel luogo dove risiedono gli spiriti degli antenati ma non solo, le energie di diversa natura rispetto a quelle del mondo di sopra o di mezzo, allora si. Non ho mai avuto esperienze dirette con questi "soggetti", e mi piacerebbe un giorno iniziare un lavoro con gli antenati. Ritengo sia sbagliato ignorare nella propria pratica questo mondo solo perché portatore in potenza di cose negative. Non tutto è solo bianco o solo nero, ma tutto è necessario. Sta a noi decidere come interagire con ciò che c'è intorno, sotto e sopra di noi.

7)Sento, come persona coerente con le proprie idee, di avere grandi responsabilità verso chi come me percorre il sentiero pagano, verso chi lo ha già battuto prima di noi, e verso chi è ancora all'inizio. Proprio per questo metto molto impegno nel diffondere il mio pensiero e le mie esperienze, e anzi spero presto di poter fare ancora di più, perché credo sia giusto farsi portatori nelle maniere quanto più valide possibili di valori, etica e spiritualità così importanti come quelle che io coltivo (o almeno provo umilmente a coltivare).

8)Scrivo abbastanza, non solo per studi religiosi, ma anche per diletto. Leggo abbastanza, anche se un tempo potevo permettermi di leggere molto di più, sia economicamente sia come tempo a disposizione.

9)Non aver accompagnato al meglio il mio amico nel suo viaggio. Mi sono lasciata prendere dalle mie debolezze umane, sono riuscita solo a chiedere alla Dea di Fare ciò che era meglio per lui.
Poi di più strettamente pagano ho vissuto periodi in cui ero circondata da energie orribili, rendevano l'aria irrespirabile, ma io sono una pietra non vedevo o sentivo nulla, subivo solo la cosa. L'episodio proprio più clamoroso fu un sera in cui non sentivo più la mano sinistra. O meglio dal gomito in giù sentivo che quella mano non era mia, ma di un maschio, percepivo questa parte di corpo estranea, al tatto era diversa, potevo quasi vederla in maniera differente. Non mi sono toccata con quella mano per tutto un giorno e una notte, soprattutto la notte sentivo che era una presenza schifosa, e quando mi lavavo le mani era come lavare la mao di un estraneo, sai che è una mano, sai che è viva, la tocchi, ma non è tua. L'indomani abbiamo scoperto che di notte un ladro aveva tentato di rubare la macchina di mia madre, non riuscendoci e rompendo tipo fili e cose che non so descrivervi. Ho subito visualizzato che quella mano era una sorta di avvertimento, che io non sono riuscita a cogliere.

10)Aver deciso di essere coerente fino in fondo con quello in cui credo e aver intrapreso a livello personale un percorso vegetariano.

11)Ci sto lavorando a dire il vero. Non sempre lo sento o riesco a volerlo sentire, il che è brutto, ma mi porto dietro ancora i brandelli del cattolicesimo e quindi la figura maschile è per certi versi la più difficile per me da inglobare nella pratica. Devo dire perciò che ci sono stati bei momenti legati al Dio, come il primo (ed unico fino ad ora) Sabba che ho celebrato, che è stato quello di Yule.

12)Penso di aver un forte legame con le Farfalle, che in momenti significativi della mia vita mi hanno indicato la strada da percorrere, sopratutto a livello sentimentale. Questo mi fa pensare di avere un altro animale giuda che mi aiuti negli altri ambiti, ma sono davvero troppo pivella per fare qualunque cosa che possa aiutarmi a comunicare con questi totem.

13)Ancora incompleto. Sfortunatamente ho ancora una visione troppo distorta della "realtà" quindi penso sempre di farla adirare, perché appunto l'unico modo in cui io l'ho percepita è nel suo aspetto severo ed intransigente. Grandiosa e spietata mi verrebbe da dire. Sono certa di deluderla molto con il poco che ho fatto fino ad ora, e quindi forse è giusto così, ma è comunque una situazione che mi rattrista molto. So che molto è dovuto alla condizione che vivevo da cristiana, quindi di persona perseguitata da questo senso del peccato e del senso di colpa. Vorrei liberarmi dei fantasmi del passato definitivamente.

14)Quando moriamo secondo me ci sono diverse possibilità. Se il nostro spirito è buono allora la memoria viene cancellata e ci reincarniamo in altri esseri, che possono essere umani o no, nel senso che possiamo anche andare a svolgere funzioni alte come quella di spiriti guida. Se invece ci sono troppe cose che ci legano alla terra allora credo che rimaniamo intrappolati ma non in modo definitivo nel mondo di mezzo, alla ricerca di quella pace o riscatto che in vita non abbiamo raggiunto. Mentre per persone cattive il cui spirito è corrotto non credo ci sia davvero altro posto se non quello di diventare spiriti che si beffano degli esseri umani, malvagi come erano stati in vita.

15)È inutile negarlo, il mio fiore preferito è la rosa, in particolar modo le rose "bicolor" che iniziano bianche e che si colorano di rosa o rosso nei bordi dei petali. Ma in genere ci sono un sacco di fiori che adoro, sopratutto amo molto il Vilucchione perchè mi ricorda mia nonna...
Questa è la prima parte di questo tag, ne seguiranno una seconda e una terza parte, che ho diviso proprio per non annoiarvi e non spaventarvi con un post infinitamente lungo che non avreste letto maiXD 

Come Foglie al Vento: La mia scelta vegetariana


Come si intuisce dal titolo oggi ho deciso di parlarvi della mia scelta. Essenzialmente ho capito che i motivi per cui la gente decide di essere vegetariana sono tre: uno è quello relativo al gusto, uno è etico, e uno è la salute. Io non faccio parte di quelli che diventano vegetariani perché il gusto della carne non gli è mai piaciuto, anzi. Non l'ho scelto nemmeno per una questione di salute fisica. ho scelto di esserlo per una questione di coerenza, che più in generale chiamerò etica.
Casualmente un giorno mi ritrovai davanti delle immagini, dei video che non ho nemmeno avuto il coraggio di guardare, e per un po di giorni anche in tv sentii dei servizi relativi al trattamento degli animali. Nulla di nuovo alle mie orecchie, sapevo, come tutti noi, che quella carne che abbiamo sul piatto un tempo era un animale. Ma di solito si pensa: va be, è la catena alimentare che regola queste cose, è una cosa naturale, da sempre si fa così etc etc. Balle. Balle immense. Io ho deciso di smetterla, ho deciso di rinunciare al sapore della carne perché per coerenza non voglio che un animale muoia al solo scopo di finire in padella. E attenzione, avverto che fossero stati altri tempi non sarei stata vegetariana. Mi spiego meglio. 
Il problema, per quel che mi riguarda, non è il mangiare carne nella sua totalità, ma le operazioni commerciali, industriali ed economiche che ci stanno dietro.
60 anni fa la carne si mangiava una volta a settimana circa.Non c'era quindi la necessità di creare una filiera di animali nati per il macello. Ogni tanto si sceglieva l'animale che doveva essere macellato e se ne mangiava la carne. La carne non era un bene come oggi, che lo trovi pure già preparato, in scatola, condito, pronto per essere scaldato e mangiato, no. Il sacrificio di un animale avveniva per motivi antropologico oserei dire. Faceva parte di un processo più grande e più nobile, era un anello, uno step di un rito di passaggio che di volta in volta cambiava destinatario. Nasceva un bambino, e la festa che lo rendeva a tutti gli effetti membro della comunità prevedeva il sacrificio di qualcosa. Ecco che si macellava un animale e se ne mangiava la carne. La domenica veniva ripagato il sudore dei lavoratori con un altro sacrificio, sebbene l'animale venisse diviso in più famiglie. Quella carne non era solo cibo, ma di volta in volta era gioia, era felicità, era aggregazione, era pace, era benvenuto. 
E quell'animale? Viveva da animale. Brucava l'erba, camminava, procreava, dormiva. Una vita secondo natura.

Veniamo a noi. Quante volte vi sarà capitata una situazione simile:
Genitore: Che facciamo per cena? Cotoletta? *
Figlio: No, di nuovo? Prendiamo una pizza

Credo sia lampante che adesso sia stato stravolto tutto. Innanzitutto l'asterisco * sta ad indicare attenzione. Eh si perché la carne non ha più nemmeno un nome naturale, che rimandi all'essere vivente da cui proviene, è stata spersonalizzata (passatemi il termine). Usiamo parole come cotolette, spiedini, arrosticini, salsiccia, bistecca, nuggets e molti altri ancora. Perché? Perché siamo codardi. Perché non ci vogliamo proprio pensare a quello che stiamo mangiando, o meglio non vogliamo sentirci in colpa della morte di un animale che respirava, solo per poter mangiare. In realtà la conversazione dovrebbe essere così:
Genitore: Che cuciniamo per cena? Una fetta di carne della coscia di una mucca morta?
Figlio: No, di nuovo carne di cadavere di mucca? Prendiamo una pizza.

Ai bambini non viene proposto di mangiare consapevolmente, no. Vengono ingannati, viene oscurata la provenienza di quel cibo. E signori non prendiamoci in giro, perché il problema non è spiegare ad un bambino che sta mangiando carne di mucca, ma spiegargli come quella carne è arrivata li.
Il problema infatti è l'industria della carne come è adesso. Io mi rifiuto di mangiare il pollo perché quello che compriamo in realtà è un pulcino con gli steroidi, un pulcino grasso, non un pollo. E mi spiegate come si fa a non dare peso al fatto che le mucche non pascolano? E che sono schiavizzate?
Mi spiegate come si fa ad ignorare che vengono messe al mondo unicamente per morire? Mi spiegate come si fa a mangiare carne di maiale se poi nessuno ha il coraggio di vedere il video della macellazione di quel suddetto maiale?

È il valore del sacrificio e la naturalità che c'era in origine ad essere perdute. 
Una mucca non vive più da mucca, i polli non esistono più, le galline non fanno più le chiocce.
E io non voglio mangiare carne di schiavo, perché questo sono questi animali. Se un animale deve morire deve esserci un perché non più alto del valore della vita di quel suddetto animale, ma quantomeno al pari, che ne giustifichi l'atto. 

Detto questo se qualcuno volesse farmi delle domande avete il mio contatto a destra, in caso contrario spero solo che molte più persone inizino a ragionare sul male che stiamo facendo alla terra.

Eccomi di nuovo con tante novità!

Periodo di studio intenso per esami quasi concluso, si riprende con la normalità (o quasi).
Ho intenzione di riprendere il ritmo di pubblicazione dei post che avevo prima, e spero di poter essere costante e di potermi fare perdonare:)
In arrivo ci sono alcune novità, che per il momento sono dei work in progress in realtà, ma insomma la fretta non è mai amica, quindi preferisco farvi aspettare un po ma darvi un risultato migliore:)

Novità n°1: Magic With Love, sarà una rubrica di fai da tè pagano, e un po "personale", mi spiego subito. Le cose, oggetti rituali o meno, che io andrò a realizzare per me, saranno oggetto di questi fai da te, perché spesso non si trovano dei veri tutorial e quindi penso sia una cosa carina:)


Novità n°2: i video! spero davvero di poter fare anche dei video relativi a questi "attacchi d'arte" XD Però non vi assicuro nulla, perché prima devo riuscire a reperire un po di materiali per essere quantomeno "professionale" XD Il mio canale esiste già ma è vuoto ovviamente, quindi non posto il link perché non sarebbe utile al momento. 

Il canale non sarà, se mai deciderò di fare questo grande passo, solo un posto dove caricare video di fai da te "pagano", non avrebbe senso sprecare tante energie solo per uno scopo. Mi piacerebbe molto anche fare dei vlog in cui magari rispondo a domande, o a contest o video tag, per fare sentire anche la mia voce:)

La motivazione di tutto ciò è semplice: la via che io, che noi, abbiamo scelto di proseguire è fatta di scelte consapevoli, fin dall'inizio. Nessuno ci ha imposto questa spiritualità (ho ancora qualche difficoltà ad utilizzare la parola religione) fin dalla nascita, anzi quasi tutti abbiamo dovuto affrontare scelte difficili, come lasciarci alle spalle una religione, con tutto quello che ne consegue come lotte interiori e tutto il resto, Dopodiché è come costruirsi di nuovo un mondo interiore, non solo spirituale e religioso. Questo è un percorso che va costruito con coraggio, dal nulla per giunta.
Quindi credo sia importante anche metterci la faccia. Detto questo va da se che fare video e pubblicarli è un modo coerente di procedere per questa via, condividere cose importanti con chi come noi si trova a doversi districare nello sconfinato mondo del paganesimo.

Manfrina terminata! A presto:)

domenica 4 gennaio 2015

MWL #100witchsday

Come ho annunciato il mio impegno nel mese a venire sarà indirizzato all'attività dei #100witchsday della Modern Witch League. Primariamente le foto le caricherò sulla photo-gallery, dopodiché seguirà la pagina di facebook e dopo ancora il mio profilo personale che è quello che mi identifica sulla pagina della MWL di fb :)
Quindi sono felice di esporre qui il banner dell'iniziativa, ma ricordo a tutti che le foto le caricherò agli indirizzi elencati sopra e non sul blog.


BANNERWITCHSDAYS

Per tutti coloro che sono interessati a questa iniziativa e non sanno di cosa si tratti vi lascio il link del sito dove troverete tutte le informazioni necessarie, mentre se non avete mai sentito parlare della Modern Witch League, bhe allora dovete assolutamente dare un'occhiata al forum, nella sezione apposita:) 

Modern Witch League finalmente!!

Sono molto felice perchè spulciando su facebook la pagina della MWL ho trovato questo messaggio qui di Skayler:
"Vi comunico che per il momento non riesco a seguire la lega come vorrei, tutte le persone che si iscrivono sul forum possono considerarsi membri se presentano la propria candidatura completa ( ovvero tutto ciò richiesto nella scheda sopratutto il banner funzionante) Anche se non vedono inserito il proprio nome e banner nelle tabelle.
Grazie e scusate se avete atteso per entrare nel gruppo."

Quindi dato che io sono in regola con l'iscrizione al forum ed ho presentato in modo corretto (spero!) la richiesta di iscrizione.....posso ritenermi un menbro della MWL! Che felicità!
Sono dunque molto orgogliosa di esporre qui il banner!

Sacerdotesse di Avalon

Sono tutti bellissimi, e fosse per me li esporrei tutti, ma non si può u.u Magari ogni tanto li cambio XD